TUTTOLANDIA

"…il posto che mi piace si chiama mondo…"

La Truffa dei Logan

di Steven Soderbergh

 

America rurale.Tre fratelli: Jimmy, disoccupato e con una gamba offesa da un brutto infortunio; Clyde, veterano della guerra in Iraq con una protesi al braccio; Mellie, parrucchiera ossessionata dalle automobili.
Squattrinati, con una vita difficile e perseguitati da una maledizione famigliare.
Per risollevare le finanze decidono di tentare una rapina durante la gara di auto Coca-Cola 600 , l’evento NASCAR più atteso e seguito dell’anno, ai danni del Charlotte Motor Speedway 
Decidono di farsi aiutare da Joe Bang, esperto in esplosioni, che però è in carcere; la decisione è di farlo evadere, almeno per il tempo della rapina.
Sulla loro strada però entra l’agente dell’FBI Sarah Grayson che inizia a indagare sulla scena del crimine, decisa a incastrare i colpevoli.

 

 

Una commedia da vedere.
Film ben costruito, cast eccellente (tra cui Daniel Craig e Hilary Swank), ottima l’ambientazione, mi è piaciuto tantissimo, anche grazie ai personaggi che definirei surreali, creano intrattenimento con un un divertente ironico intreccio di situazioni. Un film dove le auto sfrecciano ad alta velocità, un film che ti dona un paio d’ore di serenità; è coinvolgente. E poi quella maledizione! che complica la vita ogni volta che sembra sia arrivata la svolta vincente…davvero incredibile, una maledizione che complica economicamente la vita di chi già è in difficoltà, in contrasto con le grandi opportunità che si dice offra l’America.
E nel film non si dimenticano i sentimenti.

 

 

 

 

 

 

4 commenti »

Gold – La grande truffa

di Stephen Gaghan

 

Kenny Wells, eredita dal padre la compagnia mineraria di famiglia che è in pieno fallimento.
Dopo vari tentativi di salvataggio tra banche e nuovi investitori, si imbatte in Michael Acosta, geologo, che gli propone scavi nel Borneo dove si trovano giacimenti d’oro.
Imprevisti naturali, politici, la corruzione dei governanti…Kenny dovrà trovare la forza per superare la bancarotta.

 

Con il gruppo cinema non possiamo vederci, ovvio in questo momento, quindi ci si telefona e ognuna propone un film che viene votato.
E’ stato preferito questo. Premetto subito che non amo il genere, mi annoia, in più questo film è complesso, basato su una storia assurda quanto vera, è un intreccio di storie e personaggi affascinanti, inquietanti e molto contemporanei…
Devo dire che spesso mi distraevo, non me lo sono goduto appieno. Un film che sicuramente non rimarrà nella mia mente.
Comunque non nego che emotivamente fa riflettere, a favore devo dire che la sceneggiatura è perfetta, fotografia meravigliosa, bellissime le musiche.
Quello che veramente ho apprezzato e stato lo straordinario (come sempre d’altra parte), camaleontico, Matthew McConaughey, che per indossare i panni di Kenny Wells ha creato un personaggio di grande carattere, oltre ad essere ingrassato parecchio, che cerca fortuna ma trova solo ostacoli, fa errori, un cialtrone geniale e avido; bravissimo anche Edgar Ramírez nei panni di  Michael Acosta.

11 commenti »